New Search

Export article
Open Access

Tooth autotransplantation. What's the limit of our possibilities in conservative treatments?

, Paolo Generali
Published: 1 November 2018

Abstract: When an extraction is necessary, it is possible to choose a donor tooth and transplant it into the site of the previous extraction. Aim of the present article is to present a series of cases of tooth autotransplantation to demonstrate how it is possible to preserve natural teeth and avoid or delay implant therapy. In the 3 cases presented the donor site was initially selected and the compatibility of the roots was evaluated. Then the compromised tooth was atraumatically extracted and the donor tooth was replanted in the receiving site; after 2 weeks the sutures were removed and 2 or 3 months later root canal therapy was performed. The results show medium/long-term success with controls from 4 to 12 years without any primary or secondary complication. Tooth autotransplantation allowed to completely restore the original functional and morphological condition of patient. Even if implantology is the most common therapy for replacing missing teeth, tooth autotransplantation should be considered as the elective treatment if a donor tooth is available. Quando l’estrazione di un elemento naturale diviene una scelta obbligata è possibile selezionare, se disponibile, un elemento donatore e trapiantarlo nell’alveolo del dente da estrarre. Lo scopo dello studio è quindi di mostrare una serie di casi di autotrapianto e come sia possibile sfruttare gli elementi naturali già presenti per ripristinare la funzione ed evitare o ritardare la terapia implantare. Nei 3 casi di autrotrapianto descritti, è stato inizialmente selezionato un sito dontatore ed è stata valutata la compatibilità con l’anatomia radicolare del dente da estrarre. Se le condizioni per l’autotrapianto erano soddisfatte si è proceduto con l’estrazione atraumatica dell’elemento compromesso e il reimpianto del donatore; dopo 2 settimane sono state rimosse le suture e a 2/3 mesi è stata effettuata la terapia canalare. Si è osservato un completo successo della terapia nel medio-lungo termine, con controlli dai 4 ai 12 anni senza alcuna complicazione o effetto avverso. Le tecniche di autotrapianto permettono di ripristinare con successo le condizioni di salute iniziali del paziente. Nonostante l’implantologia sia la terapia più diffusa per la sostituzione di un dente da estrarre, l’autotrapianto andrebbe valutato come scelta elettiva nei casi in cui si abbia la disponibilità di un dente donatore.
Keywords: Autotransplantation / Transplantation / Root canal treatment / Implantology / Periodontology / Trapianto / Autotrapianto / Terapia canalare / Implantologia / Parodontologia

Scifeed alert for new publications

Never miss any articles matching your research from any publisher
  • Get alerts for new papers matching your research
  • Find out the new papers from selected authors
  • Updated daily for 49'000+ journals and 6000+ publishers
  • Define your Scifeed now

Share this article

Click here to see the statistics on "Giornale Italiano di Endodonzia" .
References (14)
    Back to Top Top